The beauty of Lamma Island

Lamma Island - Hong Kong

L'isola di Lamma è sempre stata il paradiso dei fricchettoni.  Per le viuzze e i sentieri dell'isola si girava scalzi, o al massimo in ciabatte. Ogni abbigliamento formale sembrava severamente bandito e l'atmosfera era così rilassata che spesso, seduti ai tavoli dei ristorantini sul molo mangiando pesce e dim sum, dagli altri tavoli arrivavano nuvole di fumo che odoravano vagamente di rosmarino 

da Oriente Estremo (1995-2004)  

"Le trasformazioni e gli stravolgimenti di un decennio-chiave in Asia attraverso i reportage del corrispondente di Repubblica da Hong Kong" di Marco Lupis

Per grandezza è la terza tra le 260 tra isole, isolotti e scogli di Hong Kong e deve il suo nome alla forma che la caratterizza, simile al carattere cinese 丫 (che in cantonese si pronuncia "ah"), oltre che al termine Naam, che significa "sud". Originariamente suo il nome era Pok Liu e venne poi chiamata così dai primi inglesi che la visitarono. Lamma era ed è tuttora famosa per il suo stile di vita alternativo che attirava tra le sue stradine una variegata comunità di persone, decise ad abbandonare la frenesia della vita a Hong Kong per cercare ritmi più rilassati.